Ostello Oasi di Baggero - Via Cava Marna, Merone (CO) - info@oasihostel.it

Un weekend tra il lago di Annone e il Monte Barro

Monti e laghi sono gli elementi naturali più tipici dell’Alta Brianza ed è facile trovare combinare un itinerario adatto a una gita fuori porta. Vi proponiamo per esempio un week-end tra lago e montagna, con due punti di interesse comodi da raggiungere partendo dall’Ostello Oasi di Baggero: il percorso ad anello del Lago Annone e il Monte Barro.

 Anello del Lago Annone

Il Lago di Annone è il più vasto dei laghetti briantei e in esso si specchiano varie montagne, dal verde Cornizzolo alle grige e aspre Grigna, Grignetta e Resegone, regalando una vista molto suggestiva. Il lago purtroppo non presenta un servizio di navigazione, come invece accade per il lago di Pusiano, tuttavia potete comunque ammirare i paesaggi che propone percorrendo una ciclovia ad anello che lo costeggia in gran parte e che tocca i comuni di Civate, Galbiate, Oggiono, Annone e Suello.

La pista ciclabile si innesta nella Ciclovia dei laghi, un percorso di circa 270 Km che  collega Colico, sul Lago di Como, a Ponte Tresa in Svizzera.

Tornando all’anello intorno al Lago di Annone possiamo dire che è un itinerario a stretto contatto con la natura e ideale quindi a sportivi, cicloamatori e famiglie a passeggio, che vogliono godersi un’escursione sicura: infatti, eccetto un breve tratto tra Galbiate e Oggiono, le strade sono riservati ai pedoni e alle biciclette. Oltre a un notevole interesse ambientale il percorso offre alcune zone di interesse storico-culturale, per esempio facendo una piccola deviazione dal percorso potete entrare nell’abitato di Annone Brianza  e visitare la Chiesetta di San Giorgio esempio romanico lombardo.

Il percorso, essendo ad anello, può essere preso da uno qualunque dei comuni che attraversa, qui vi proponiamo un paio di mete: se siete in macchina potete raggiungere Oggiono, parcheggiare alla stazione e poi andare sempre dritti finché troverete una piccola salita (detta Roncaccio) seguita da una discesa che termina in un boschetto, quello è uno dei punti di partenza della ciclovia.
L’alternativa se dovete muovervi con i mezzi, è prendere il bus da Erba o da Bosisio Parini e Scendere a Civate alla fermata bivio per Oggiono, da lì raggiungere il parcheggio di Isella e entrare nella ciclovia.
L’anello è lungo circa 15 km e in bici si percorre in circa un’ora ed è in prevalenza pianeggiante, ci sono però brevi strappi con pendenze importanti, intorno a 20% (vedi altimetria).

 

Il Monte Barro

Il Monte Barro, gestito dal Parco Monte Barro, presenta molti punti di interesse turistico: come il parco archeologico che consente di vedere i resti di 14 abitazioni di un villaggio altomedievale oppure l’Eremo, antica Chiesa tardo gotica di S. Maria dell’ex convento di S. Francesco dove si possono ammirare alcuni faggi secolari. Sempre in zona Eremo c’è anche l’Antiquarium che contiene alcuni oggetti archeologici trovati sul Monte.

Ci sono ben tredici sentieri che spesso si incrociano tra loro e quindi permettono di “creare” vari itinerari di diverso interesse. Lo stesso Parco del Monte Barro ha pensato ad alcune proposte di itinerario per conoscere meglio i vari aspetti del monte. Qui vi presenteremo una variazione di uno degli itinterari proposti dal Parco che vi farà fare un anello intorno al monte permettendovi di  vedere la Brianza da una parte e il ramo lecchese del Lago di Como, con le montagne lariane dall’altra. Inoltre vi permetterà di raggiungere l’Eremo e il Parco Archeolgico.

cartina sentieri

La partenza è da Galbiate, in zona Roncaccio, e il primo sentiero da prendere è il 301: vi basterà seguirlo per giungere al Parco Archeologico dove potrete leggere notizie sul villaggio che sorgeva in quei luoghi.
La tappa successiva sarà l’Eremo, che potrete raggiungere attraverso una strada asfaltata (in teoria all’Eremo ci si può arrivare anche in macchina, ma è più bello fare una bella camminata in montagna, non credete?).
Oltre alla chiesa e all’Antiquarium, potrete rifocillarvi nel bar ristorante Eremo. Successivamente dovrete tornare sulla strada fino in zona culcinera e prendere nuovamente il sentiero 301 che vi porterà a Pian Sciresa dove c’è una baita in cui è possibile pranzare.
Da lì sempre seguendo il sentiero 301 costeggerete la parte orientale del Monte con panorama che guarda verso Lecco e poi  l’Adda e lago di Garlate.
Proseguite sul sentiero 301 finché non giungete in località due case e lì prendete il sentiero 307 da seguire fino all’Osservatorio ornitologico di Costa Perla.
Da lì parte una strada in asfalto che porta in paese, a un certo punto troverete il sentiero 302, prendetelo e percorretelo per un breve tratto che vi congiungerà con il 301, da seguire per tornare in zona Roncaccio da dove siete partiti.

In questo percorso non è stata inclusa la vetta del Monte Barro ma se volete includerla è semplice: una volta arrivati all’Eremo prendete il sentiero 302 che vi porterà alla cima da cui potrete godere di un bellissimo panorama. Dalla vetta prendete il sentiero 304 che si ricongiungerà al 301 un po’ prima di arrivare alla baita dei Pian Sciresa.